Cell: 3470040167 - Email: emporiocornici@gmail.com

3 chiari punti per capire il valore della serigrafia d’arte.

La serigrafia d’arte non è altro che un metodo di stampa usato per riprodurre un’opera allo scopo di realizzarne una tiratura multipla limitata nel numero di copie, che saranno poi firmate e numerate singolarmente dallo stesso artista.

In questo modo si ottengono delle grafiche d’autore pregiate ad un prezzo più accessibile, intorno al  10-15% della valutazione delle opere originali, dando la possibilità a più pubblico di avere un’opera autografa dell’artista.

1 – Come si ottiene una serigrafia

Il  procedimento per la stampa serigrafica è semplice.  Si utilizzano delle mascherine simili a stencil con intagliate le figure da riprodurre e attraverso le quali passerà il colore sulla carta.

Marco Lodola Frank serigrafia 70 x 70Partendo da questo semplice concetto di stencil,  dobbiamo immaginare che una serigrafia artistica può necessitare per la sua realizzazione anche di 50 passaggi di colore differenti, il che comporterà l’uso di 50  diversi stencil attraverso i quali passeranno i colori uno ad uno, fino ad ottenere la completa stampa.

Per meglio capire questo passaggio vi mostro un’opera serigrafica di Marco Lodola  dalla cartella “I Miti” di Triart Edizioni grafiche.

Notiamo i colori a campiture ben distinte tipiche di questo artista, i colori sono facilmente individuabili: Grigio, Nero, Oro ed il bianco della carta che l’artista ha sfruttato per le luci della figura di Frank Sinatra.

Ciò che va fatto una volta deciso il bozzetto è di ottenere 3 stencil  che lascino passare il colore solo sulle zone del foglio desiderate in questo caso i colori:

  1. Nero:
  2. Grigio:
  3. Oro:
serigrafia Nero
Sparazione del colore nero
serigrafia Grigio
Separazione del colore grigio
serigrafia Oro
Separazione del colore oro

Nelle figure la parte in nero corrisponde a quella intagliata e attraverso la quale passa il colore.Vien da sé  che se noi usassimo queste tre mascherine con 3 colori differenti sullo stesso foglio otterremmo la nostra immagine uguale , ma con diverse varianti di colore.

serigrafia D'autore Warhol marilyn

Potremmo divertirci ad usare colori diversi come faceva un certo  Andy Warhol… ne avete memoria?

Warhol è stato uno dei primi a dare alla serigrafia dignità artistica con queste sue immagini di icone famose interpretate con colori differenti.

2 – Serigrafie d’arte a più colori combinati

Ma come facciamo quando le serigrafie necessitano di più colori? Gli artisti sono molto esigenti, alcuni di loro decidono di servirsi fino a più di 40  separazioni di colore.  Per ottenere questo l’artista deve usare dei lucidi, appoggiarli all’opera e segnare a mano  con un inchiostro nero colore per colore. Questi lucidi prendono il nome di “separazioni”. Un lavoro lungo e meticoloso.

 


 

Serigrafia d'arte Incisione telaio

La preparazione del telaio da serigrafia

Una volta ottenute le separazioni, dobbiamo preparare gli stencil, che in realtà sono dei telai e che quindi da ora in poi chiameremo  così,  su cui viene tesa una sottile seta sintetica spalmata di gel foto reagente  che, cioè,  essicca solo se esposto ad una forte luce; poggiando i lucidi segnati di nero sul telaio ed esponendolo alla luce per un tempo sufficiente, il gel solidificherà solo sulle parti senza inchiostro nero rendendole impermeabili e lasciando permeabili quelle coperte dall’inchiostro nero. Otterremo così un telaio “forato” solo dove serve che passi il colore desiderato. L’operazione viene ripetuta per ogni colore necessario alla tiratura della nostra opera.

Serigrafia d arte racla

La stampa serigrafica

 

A questo punto i colori vengono spalmati sul telaio appoggiato al supporto, solitamente carta, tramite una grande spatola chiamata racla, uno o più passaggi per colore, per ogni telaio ottenuto dalle separazioni. Una volta terminati tutti i passaggi la nostra opera sarà pronta per essere valutata nella sua completezza e messa a disposizione dell’artista che la numererà e la firmerà rendendola unica.

3 – La tiratura e la numerazione della serigrafia d’arte

La tiratura solitamente viene registrata da un notaio e su un numero di 100 copie resteranno a disposizione dello stampatore fino a 4 esemplari,  (chiamati “bon a tirer” segnati con sigla B.A.T. e firmati) necessari per valutare la validità del risultato di stampa e procedere alla produzione. Alcune “prove d’autore” siglate p.d.a. che solitamente rimangono a disposizione dell’artista e poi la vera e propria produzione che sarà numerata esemplare per esemplare ad esempio 1/100, dove uno sta per primo esemplare e 100 il numero degli esemplari esistenti.

Alla fine di tutto il procedimento i telai vengono distrutti o resi inutilizzabili.

Francesco Musante Corro-felice-con-la-valigia-dei-ricordi-B 30x20

La serigrafia d’artista, un lavoro prezioso

Ora che abbiamo un’idea di quanti passaggi servano per ottenere una buona serigrafia artistica, possiamo immaginare il lavoro e l’investimento che c’è dietro ad una semplice opera grafica.

L’esempio nella foto è una serigrafia di Francesco Musante e i colori utilizzati sono 36, più dei passaggi a glitter e a vernici materiche. Una meraviglia!

Spero che questo articolo possa contribuire a far capire agli appassionati tutto l’impegno artistico e tecnico impiegati per questo genere di opere grafiche.


Andrea CastagnaQuesto post sulle tecniche delle grafiche d’arte è stato scritto da Andrea Castagna  Emporio Cornici.

Da oltre 30 anni mi occupo del settore arte ho cominciato a seguire i pittori come corniciaio, esperienza e passione mi guidano nel mio lavoro. Se vuoi farmi una domanda o hai suggerimenti, compila il form di contatto qui a questo link.

Lascia un commento

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code
     
 

Chiudi il menu